Motu Proprio “Authenticum charismatis”

Con il Motu Proprio Authenticum Charismatis del 1° novembre u.s. ha provveduto a modificare il Can. 579 nella parte in cui rendeva solo consuntivo il parere della Sede Apostolica nel riconoscimento di nuove comunità di vita consacrata in ambito diocesano. Con questa modifica è divenuto dunque vincolante per il Vescovo diocesano “l’autorizzazione scritta della Sede Apostolica” per il riconoscimento di una nuova comunità religiosa.

nota a cura dell’avv. Maria Cristina Giustacchini