Novità lavoristiche legate al covid-19

Contrasto alla diffusione del covid-19 negli ambienti di lavoro
Al fine di uniformare gli interventi ispettivi negli ambienti di lavoro, l’INL ha aggiornato l’apposita check-list, allegata alla Nota n. 2181 del 13 aprile 2021, alla luce delle novità introdotte dal “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARSCoV- 2/Covid-19 negli ambienti di lavoro”, sottoscritto il 6 aprile 2021 da Governo e Parti sociali. In particolare, le novità introdotte da tale protocollo e recepite nella suddetta check list riguardano i seguenti aspetti: ruolo e compiti del medico competente; incremento di tutte le forme di lavoro da remoto e non solo del cosiddetto lavoro agile; modalità di formazione continua dei lavoratori; caratteristiche tecniche dei dispositivi di protezione individuale delle vie aeree.

Riammissione in servizio dopo un’assenza per malattia da covid-19
Con la Circolare n. 15127 del 12 aprile 2021, il Ministero della Salute ha fornito indicazioni procedurali per la riammissione in servizio a seguito di assenza per malattia covid-19 correlata, nonché sulla relativa certificazione che il lavoratore deve produrre al datore di lavoro. Dal documento risulta sempre indispensabile il test che abbia dato risultato negativo.
Nel caso di lavoratore positivo con sintomi gravi tali da necessitare un ricovero, sarà necessaria anche la visita del medico competente, ove nominato, al fine di verificare l’idoneità alla mansione.

nota a cura del dr. Vincenzo Di Domenico, consulente del lavoro CNEC