Rimborso spese per l’acquisto di DPI

Al fine di sostenere, in sicurezza, la continuità dei processi produttivi delle imprese operanti su tutto il territorio nazionale, viene concesso un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese sostenute, a partire dal 17 marzo, per l’acquisto di DPI (Dispositivi di Protezione Individuale).
Possono beneficiare del rimborso tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato.
Sono ammissibili al rimborso le spese sostenute dalle imprese per l’acquisto di DPI le cui caratteristiche tecniche rispettano tutti i requisiti di sicurezza di cui alla vigente normativa, come ad esempio mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3, guanti in lattice, in vinile e in nitrile, dispositivi per protezione oculare, dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea, detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici, etc. Il rimborso è concesso per spese non inferiori a 500 euro ad impresa e nel limite massimo di 500 euro per ogni addetto, fino a 150.000 euro.

nota a cura del dott. Pietro Valla, consulente del lavoro CNEC